Alberto Peola Arte Contemporanea

«I Noble Savages, nella cui costruzione sono impegnata, sono statue di tessuto che, dal loro piedistallo, emanano un potente contrasto tra forza e fragilità, potere e debolezza.
Questi ritratti ripropongono la varietà dei Capricci, una serie di ottanta incisioni di Francisco Goya pubblicate nel 1790. Le scene rappresentate da Goya mescolano fantasia e follia. Il mio intento ora è riportare le opere di Goya nello spirito della cultura contemporanea».

Ulteriori informazioni
30 maggio - 22 luglio 2005

  • Alessandro Dal Pont

a cura di Luigi Fassi

In una celebre opera di Roy Lichtenstein datata 1964, Apollo Temple, la genialità dell'artista newyorchese restituiva nuova vita ai resti di un tempio greco, ridisegnandone l'immagine con i colori felicemente brillanti e invasivi della Pop Art americana.
L'immagine ha l'aspetto di una scoperta entusiastica, come un bambino che venga a conoscenza di un mondo meraviglioso e provi a renderlo suo, aggredendolo di colori e fantasie personali. Lichtenstein aveva già realizzato molteplici opere sulla cultura classica, come le Entablatures degli anni Settanta, in cui citava, reinterpretandoli liberamente, i fregi e i cornicioni del neoclassicismo americano anni Trenta, in una spericolata traduzione culturale a doppio livello, dalla grecità antica-all'America-alla Pop Art.

Ulteriori informazioni
30 maggio - 22 luglio 2005

  • Dietmar Lutz

La Galleria Alberto Peola, a due anni di distanza dalla sua prima mostra in Italia, ripropone un nuovo ciclo di opere del pittore tedesco Dietmar Lutz dal titolo Controfigura.

Ulteriori informazioni
7 aprile - 28 maggio 2005

Here, again è una serie di ritratti di madri con i loro bambini di 10 mesi in braccio, che Paola De Pietri ha fotografato per strada, qualche volta sul ciglio di una via, in campagna, vicino alla loro casa.

Ulteriori informazioni
8 febbraio - 31 marzo 2005

testo di Teresa Macrì

Nero e ampio, un velo copre il volto del cielo, maschera severa sugli occhi del sole… nuvole gonfie di fiele, pioggerellina ocra, aria di terremoto. Anche l'orizzonte è sparito. Fogna melmosa davanti alla porta dell'edificio, slalom morbido fra le pozze, hop. L'ingresso del palazzo è devastato, cassette delle posta sfondate, muri e scale consunti, ragazzini, ragazzini, ragazzini. (1)

Ulteriori informazioni
6 novembre - 24 dicembre 2004

La Galleria Alberto Peola presenta gli ultimi lavori di Sophy Rickett Twelve Trees, M40.
L'artista ha realizzato le fotografie della serie Twelve Trees durante visite ripetute nel corso dell'anno allo stesso luogo, il parcheggio di una stazione di servizio autostradale con dodici alberi.

Ulteriori informazioni
21 settembre - 30 ottobre 2004

  • Domenico Mangano

a cura di Marcello Smarrelli

L’8 maggio 1996 alle 16.30 Marina Di Modica esce dal suo ufficio e, dopo aver fatto acquisti in via Madama Cristina, torna nella sua casa in via della Rocca dove prende l’automobile, una Y10, che verrà trovata dai suoi amici tre giorni dopo, parcheggiata davanti all’Ospedale Mauriziano e regolarmente chiusa.

Ulteriori informazioni
13 maggio - 19 giugno 2004

I soggetti delle fotografie di Candida Höfer, importante esponente del panorama artistico internazionale – ha rappresentato la Germania alla Biennale di Venezia 2003 – sono spazi pubblici, tipici del contesto culturale europeo e nord americano: a volte spazi urbani come piazze, strade o giardini zoologici; ma per lo più musei e pinacoteche, biblioteche pubbliche e archivi, sale riunioni e sale di rappresentanza, bar e ristoranti, depositi e padiglioni industriali.

Ulteriori informazioni
25 marzo - 30 aprile 2004